“BERLUSCONI DOV’E’?”

“BERLUSCONI DOV’E’?”

“Oggi Berlusconi avrebbe dovuto essere col popolo della Calabria sceso in piazza a chiedere verità. Se un’emergenza simile fosse scoppiata nella Padania di Bossi, Berlusconi non sarebbe andato in Russia, ma si sarebbe precipitato lì, per dar man forte e sollecitare le autorità competenti a essere rapide e puntuali. E se Berlusconi o perlomeno un ministro non fossero andati, la Lega e il centrodestra padano non avrebbero definito strumentale la protesta dei cittadini, ma avrebbero fatto una guerra e aperto la crisi. Invece la Calabria è vista dal Governo come terra di appestati, per cui neanche un ministro s’è degnato di venire a vedere di persona.

Sbaglia il Pdl calabrese ad accusare la grande manifestazione di Amantea di strumentalizzazione. Perchè non si è voluto fare allarmismo, ma reclamare che il Governo faccia il proprio dovere. E sbaglia il Pdl calabrese, dimostrando di non possedere carattere per affermare le ragioni della Calabria, a non prendere atto dell’isolamento preoccupante della Calabria nel Paese e a non protestare energicamente col Governo lombardo/veneto.

Perciò sostengo da tempo che in Calabria, noi cittadini, dobbiamo incazzarci. Perché c’è una fetta di ceto politico, da una parte e dall’altra, che ha rinunciato persino a occuparsi dei problemi veri dei calabresi e, pur di salvaguardare la propria carriera, se ne frega della Calabria. Per fortuna, ha sfilato tantissima gente perbene, che non è interessata alla polemica, che non si rassegna e chiede al Governo e al Parlamento l’attenzione che fin qui non c’è stata”.

Pippo Callipo

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *