Il rispetto delle diversità

“Il Forum del Mediterraneo a Reggio Calabria, è un punto centrale nella logica dello sviluppo che riguarda la Calabria, la quale all’interno dell’importante ruolo geopolitico del Mediterraneo ha un suo posizionamento strategico, di cui finora, però, non si è tenuto conto se non in minima parte. Va dato merito alla Regione Calabria di avere approvato di recente una buona legge sull’accoglienza degli immigrati che, nel disegno di cooperazione regionale tra Nord e Sud, rappresenta un tassello prezioso. Manca naturalmente tutta l’iniziativa su cui una Regione che è cerniera tra l’Occidente e il Sud del mondo avrebbe dovuto senz’altro fare di più. Ma mentre la Calabria una legge l’ha fatta, dimostrando che il Mediterraneo non è da considerare come una barriera, altri invece fanno solo parole o danni serissimi, approvando il reato di clandestinità e interpretando il rapporto con lo straniero esclusivamente alla luce del codice penale. E’ davvero interessante la ’’Dichiarazione di Reggio Calabria”, che vorrebbe giustamente essere una traccia sulla quale impegnare le città del Mediterraneo “lungo la strada del dialogo, della tolleranza, del rispetto delle diversità”, passaggio indubbiamente condivisibile, però l’Italia deve rivedere la propria legislazione sugli immigrati e rimediare ad errori di non poco conto censurati non solo dalla Chiesa ma anche dal buon senso. Non si costruiscono relazioni proficue con gli altri popoli se non si rispettano i diritti inalienabili dei loro cittadini. E in questo caso, non si tratta solo di una questione di civiltà ma di utilità reale, se non vogliamo che le “dichiarazioni” siano solo carte al vento”.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *