“Nemmeno lui avrebbe osato tanto”

Il minaccioso profilo di Montgomery Burms, il personaggio della serie televisiva “I Simpson”, è il testimonial “in negativo” riprodotto sullo striscione con cui il movimento “Io resto in Calabria” fondato da Pippo Callipo parteciperà il 24 ottobre alla manifestazione nazionale di Amantea contro le scorie. L’analogia cui lo striscione invita a riflettere, è tra il malvagio e spietato industriale dei Simpson che inquina senza scrupoli la città di Springfield ed i responsabili dell’affondamento delle “Navi dei veleni” e dell’emergenza ambientale calabrese. “Nemmeno lui (Montgomery Burms) avrebbe osato tanto”, così recita il testo impresso sullo striscione. Espressione che diventa un’efficace formula per denunciare una realtà che pare sorpassare di gran lunga anche l’irriverente immaginazione di Matt Groening, l’autore della serie “cult”, che proprio quest’anno compie 20 anni. L’inquietante pesce a tre occhi, “immaginario”, frutto delle mutazioni genetiche provocate dai materiali radioattivi sversati nei mari, decora lo striscione che vede, però, in una sorta di contrapposizione positiva, anche un sorridente e vispo Bart Simpson sfoggiare il logo del movimento “Io resto in Calabria” con una chiara allusione all’auspicata rinascita di una terra troppo a lungo rimasta nel silenzio. “Una terra – ha sostenuto Callipo – cui servirebbe un pò dell’animo spigliato del più “temibile” dei Simpson, per chiedere ed ottenere risposte e soluzioni a questo tragico problema che mina non solo l’attività turistica ma soprattutto la salute di tutti noi”.

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *