Perchè dobbiamo essere noi, cittadini calabresi, a pagare le primarie?

 

Chiedo – visto che in Calabria le primarie le fanno soltanto due partiti, che non sono obbligatorie e neppure fondamentali per la democrazia, visto che tutti gli altri partiti ne fanno lecitamente a meno – se valeva la pena di fare due leggi, una figuraccia col Governo e impegnare per mesi  l’Istituzione Regione. A me pare proprio di no. Se questo è il risultato, mi deve spiegare qualcuno, perché mai io cittadino calabrese debbo pagare di tasca mia un regolamento di conti all’interno del Pd. Io credo che si tratti di una legge sbagliata e di un utilizzo assolutamente improprio del danaro pubblico. Salvo far pagare ai calabresi le primarie del 10 gennaio, che il Pd ed i Socialisti uniti-Psi potevano farsi da soli, a loro spese e nelle rispettive sedi, il resto mi sembra, nella migliore delle ipotesi, una colossale perdita di tempo.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Un pensiero su “Perchè dobbiamo essere noi, cittadini calabresi, a pagare le primarie?

  1. simona mastroddi

    io non credo nelle primarie….. per me sono un bluff… e poi perchè dovrebbero pagarle i cittadini.. se poi alla fine decidono tutto loro?…. mi sento derubata e non solo economicamente!!!! tutto d’un tratto esiste la democrrazia per questi individui????

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *