Minacce di morte a Pippo Callipo

 

REGIONALI: MINACCE DI MORTE A PIPPO CALLIPO

(AGI) – Catanzaro, 4 feb. – Minacce di morte sono state rivolte da ignoti a Pippo callipo, candidato di Idv, radicali e di alcune associazioni alla presidenza della Regione Calabria. La notizia e’ riportata questa mattina in prima pagina il quotidiano ‘Gazzetta del sud’. Nel servizio e’ riportato anche il testo della lettera in cui e’ scritto: “Devi farti da parte, altrimenti te la faremo pagare. Non fare il testardo. Lascia perdere la politica. Se proseguirai su questa strada ce la prenderemo con la tua famiglia e con la tua azienda. Guarda che non scherziamo”. Nello stesso articolo si aggiunge che l’imprenditore Pippo Callipo, candidato alla presidenza della regione, ha sporto denuncia al comando provinciale dei carabinieri di Vibo Valentia. (AGI) Adv

REGIONALI: CALABRIA; LETTERA MINACCE A CALLIPO

(ANSA) – VIBO VALENTIA, 4 FEB – Una lettera contenente minacce di morte con ”l’invito” a ritirarsi e’ stata inviata all’imprenditore Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione Calabria per Idv e movimenti civici. La notizia, riportata stamani dalla Gazzetta del Sud, e’ stata confermata dall’ufficio stampa di Callipo. Nella lettera c’e’ scritto: ”devi farti da parte, altrimenti te la faremo pagare. Non fare il testardo. Lascia perdere la politica. Se proseguirai su questa strada, ce la prenderemo con la tua famiglia e con la tua azienda. Guarda che non scherziamo”. Callipo ha denunciato le minacce ai carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia. (ANSA).

REGIONALI: ”DEVI FARTI DA PARTE”, LETTERA MINATORIA A PIPPO CALLIPO

IL CANDIDATO, ANDRO’ AVANTI COMUNQUE RISPETTERO’ IMPEGNO CON CALABRESI

Cosenza, 4 feb. – (Adnkronos) – Una lettera contenente minacce di morte e’ stata indirizzata all’imprenditore Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione Calabria. La missiva, che suggerisce all’imprenditore di ”farsi da parte” rinunciando alla candidatura, risale a circa tre settimane fa.

”Devi farti da parte – e’ scritto nel testo della lettera – altrimenti te faremo pagare. Non fare il testardo. Lascia perdere la politica. Se proseguirai su questa strada ce la prenderemo con la tua famiglia e con la tua azienda. Guarda che non scherziamo”.

”Appena ho ricevuto la lettera, circa tre settimane fa, ho fatto denuncia ai carabinieri, che hanno avviato le indagini – dice all’ADNKRONOS Pippo Callipo – Non ho paura, andro’ avanti perche’ ho preso un impegno con i calabresi e non voglio tradirli: hanno grandi aspettative e non ho intenzione di deluderli”.

(Laf/Gs/Adnkronos)

REGIONALI: MESSINA (IDV), SOLIDARIETA’ A PIPPO CALLIPO

Cosenza, 4 feb. – (Adnkronos) – ”Esprimiamo la massima solidarieta’ a Pippo Callipo, per le vergognose minacce ricevute”. Lo dice Ignazio Messina, commissario regionale di Italia dei Valori in Calabria.

”Da chiunque sia partito un gesto come questo – aggiunge Messina – e non entriamo nel merito delle responsabilita’, si tratta di un atto vile, deprecabile ed ingiustificabile, oltre che inutile, perche’ siamo certi che Callipo andra’ avanti senza lasciarsi intimorire e non deludera’ gli elettori che attendono di votarlo in attesa di un cambiamento reale, che solo lui puo’ dare alla Regione”.

(Zcl/Col/Adnkronos)

REGIONALI: DI PIETRO, VICINANZA E SOLIDARIETA’ A CALLIPO

Roma, 4 gen. (Adnkronos) – “Esprimo a mio nome e dell’Italia dei valori solidarieta’ e vicinanza a Pippo Callipo, oggetto di una vile e ignobile minaccia”. Lo afferma Antonio Di Pietro, presidente dell’Italia dei valori.

”Ci auguriamo che la magistratura faccia al piu’ presto chiarezza su questa grave ed incresciosa vicenda assicurando i responsabili alla giustizia -aggiunge Di Pietro-. Nel ribadire tutto il nostro sostegno a Pippo Callipo siamo certi che non si lascera’
intimidire dalle vili minacce ricevute”.

”L’Italia dei valori continuera’, senza se e senza ma, le proprie battaglie contro la criminalita’ organizzata e contro qualsiasi forma di commistione tra politica e malavita. Ci batteremo
-conclude- per fare in modo che in politica si affermino i principi di trasparenza, moralita’ e legalita”’.

(Pol/Gs/Adnkronos)

REGIONALI:CALABRIA;NAPOLI(PDL),STRATEGIA TENSIONE’NDRANGHETA

(V.”REGIONALI:CALABRIA; LETTERA MINACCE…” DELLE 11.55 CIRCA)

(ANSA) – CATANZARO, 4 FEB – La deputata Angela Napoli, del Pdl, in un’interrogazione, chiede al Presidente del Consiglio ed al Ministro dell’Interno ”quali urgenti iniziative intendano attuare per far garantire in Calabria lo svolgimento della campagna elettorale e delle relative votazioni con la massima sicurezza”.
Secondo Napoli, ”la fase pre-elettorale in Calabria si sta definendo in un preoccupante clima di tensione che sta minando la serenita’ e la sicurezza che dovrebbero accompagnare candidati ed elettori. I noti fatti di Reggio Calabria e Rosarno che, purtroppo, hanno portato la regione a ricalcare negativamente le scene televisive e dei media, hanno gia’ visto l’impegno dell’intero Governo nazionale per garantire il contrasto alla ‘ndrangheta, che, come sempre, e’ ‘impegnata’ a devolvere il consenso elettorale per il proprio tornaconto”.
La deputata del Pdl cita le minacce subite di recente dall’ex coordinatore provinciale di Cosenza del Pdl; dal sindaco di San Lorenzo del Vallo, Luciano Marranghello, e da altri amministratori locali e possibili candidati. Napoli fa anche riferimento alla lettera di minacce ricevuta dall’imprenditore Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione.
”La strategia della tensione, messa in atto per mano della ‘ndrangheta – sostiene Angela Napoli – sta creando viva preoccupazione e mancanza di serenita’ sia per la preparazione delle liste elettorali che per lo svolgimento della relativa competizione”.
La deputata chiede anche al Presidente del Consiglio ed al Ministro dell’Interno ”quali urgenti iniziative intendano attuare per far monitorare la preoccupante situazione in atto in Calabria e se non ritengano necessario ed urgente condividere l’iniziativa parlamentare concernente il divieto di svolgimento di propaganda elettorale per le persone sottoposte a misure di prevenzione, il cui iter si e’ gia’ concluso in commissione giustizia della Camera”. (ANSA)

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

2 pensieri su “Minacce di morte a Pippo Callipo

  1. Sergio Rizzo

    Ancora un’intimidazione, ancora una lettera minatoria, ancora un altro vile tentativo di bloccare chi ha il coraggio di manifestare le proprie idee in maniera convinta e in nome di un cambiamento fattibile e improrogabile.

    Ancora un atto intimidatorio ha colpito per l’ennesima volta Pippo Callipo, questa volta anche in qualità di candidato alla Presidenza della Regione Calabria.

    A lui esprimo la più viva e fattiva solidarietà a nome mio, dell’Amministrazione Comunale di Maierato e dell’intera comunità Maieratana. A lui va il nostro corale incoraggiamento a non demordere e a continuare nella sua azione imprenditoriale, prima, e politica, poi, che ormai da decenni porta avanti nel nostro Territorio.

    Il suo operato in Calabria ha dimostrato a molti di noi che stringendo i denti e credendo nella giustizia e nei valori del vivere civile si può percorrere qualsiasi strada e raggiungere qualunque obiettivo sano e concreto.

    Il contenuto della lettera minatoria che ha ricevuto ratifica di fatto, ancora una volta, una volontà occulta che vede la Calabria sempre e comunque destinata a soccombere, relegata a rimanere terra di conquista da parte di coloro che non vogliono che i veri valori del vivere civile trionfino.

    Noi non vogliamo eroi……Amara quella terra che ha bisogno di eroi! E, come diceva Paolo Borsellino, ognuno ha il diritto di avere paura e il dovere di avere coraggio.

    Sergio Rizzo

    Coordinatore Regionale ANCI Giovane Calabria

    Sindaco di Maierato

    Consigliere Provinciale – Vibo Valentia

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *