Calabria e Lombardia: una sinergia vincente


Domani, sabato 6 febbraio (inizio ore 9) a Milano – presso l’hotel Quark, Via Lampedusa 11/A – il “partito per il SUD”, presente in Lombardia con numerosi circoli, ha organizzato un convegno dal titolo: “Calabria e Lombardia una sinergia vincente”. Parteciperà il candidato alla Presidenza della Regione Calabria Pippo Callipo (appoggiato dal partito “Per il sud”, da moltissime associazioni, da Italia dei Valori, dalla lista Pannella-Bonino). “Certo, è la prima volta in assoluto che un candidato alla Presidenza di una regione del Sud fa campagna elettorale al Nord – ha sostenuto il presidente del partito “Per il Sud” Domenico Iannantuoni -, ma la cosa non dovrebbe stupire, se pensiamo che nella sola Lombardia risiedono almeno un milione di calabresi, praticamente più del 50% degli attuali abitanti della Calabria, mentre, nel solo NordOvest, se ne contano oltre due milioni ed in tutto il CentroNord almeno cinque milioni, praticamente quasi tre Calabrie messe insieme”.
“Sarò a Milano – ha spiegato Callipo – per incontrare i nostri conterranei e soprattutto per far sentir loro che il senso di appartenenza alla loro terra di origine non deve più limitarsi all´idealizzazione, ma deve concretamente dare risposte ad una improrogabile necessità di rinascimento di una terra, la Calabria, martoriata economicamente, ingiuriata socialmente e saccheggiata per troppo tempo nella sua risorsa più preziosa: la sua gente. Ora che il sacrificio del popolo calabrese ha contribuito a far grande il Nord Italia, è giunto il momento di invertir rotta, è giunto il momento di lavorare per il Sud e per il riequilibrio economico del Paese Italia. La Calabria ha, mai come in questo momento, bisogno della sua gente migliore, se vogliamo frenare l’affermarsi della peggiore politica e impedire che la Calabria sia consegnata al connubio malaffare/politicanti/criminalità che ha sperperato ingenti risorse pubbliche, impedito lo sviluppo e avvilito la dignità del lavoro”.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *