Ansa: Callipo, inciuci politica sono male oscuro Calabria

 (ANSA) – CATANZARO, 14 MAR – ”La denuncia dell’inciucismo politico che ho fatto ieri, e’ una questione molto seria. E’ alla base del dissolvimento morale e della decomposizione del nostro tessuto sociale che denunciano la Corte dei Conti ed i Vescovi italiani”. Lo ha detto il candidato alla presidenza della Regione, Pippo Callipo, nel corso della presentazione a Vibo Valentia della lista ‘Io resto in Calabria’. ”Dovremmo fare un dibattito su questo punto – ha aggiunto – e sarebbe interessante ascoltare qualche autorevole storico su come nasce e si forma la classe dirigente calabrese e quali scambi sono stati realizzati tra politici posizionati su fronti contrapposti nel corso dei 40 anni di regionalismo i cui risultati sono: il fallimento della sanita’, l’emergenza ambientale permanente, la fuga dei giovani dalla Calabria, la disistima del Paese per la politica calabrese che a Roma non conta niente. L’inciusismo politico e’ il male oscuro della Calabria che ha contribuito a rendere questa regione la piu’ povera dell’Italia”. ”I calabresi debbono sapere – ha proseguito Callipo – che alle loro spalle la politica spesso ha fatto accordi perversi, non per realizzare sviluppo ed occupazione, ma per garantirsi potere di gestione, continuita’, ricchezza per pochi, precarieta’ per tutti. Per quanto riguarda il mio atteggiamento nei confronti della politica, il mio agire da imprenditore e da ex presidente di Confindustria, e’ stato sempre lineare e sottoposto ai Raggi X. Ho detto con chiarezza, sempre, qual e’ il mio pensiero: la Calabria soffre perche’ la sua classe politica, fatte le debite eccezioni, e’ mediocre, arrivista, incompetente e superpagata. Io mi sono sempre scelto gli interlocutori alla luce del sole e i miei interlocutori politici hanno sempre avuto, quali principi irrinunciabili la legalita’, la trasparenza e lo sviluppo”. ”Da imprenditore – ha concluso – ho stretto rapporti con politici di tutte le aree, non per ottenere un misero incarico di gestione, ma per realizzare in Calabria spazi pubblici affrancati dal malaffare politico e clientelare e per costruire un sistema-regione affidabile sui mercati nazionali ed internazionali”.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Un pensiero su “Ansa: Callipo, inciuci politica sono male oscuro Calabria

  1. Alessandro Mecchia

    Salve,

    io penso di appoggiare Callipo. Amo questa terra pur non essendo calabrese, ho sposato ed amo una calabrese. La calabria è una delle terre più belle del mondo. Merita di mostrare al mondo la bellezza umana e naturalistica che possiede, di valore inestimabile. La ‘ndrangheta e la corruzione politica hanno quasi distrutto l’umanità e la bellezza di questa terra, è ora di scegliere l’onestà e la forza umana per difendere lo spirito d’iniziativa imprenditoriale di tante belle persone che vogliono costruire una calabria vera, riportando magari in questa terra tanti giovani e famiglie andati via e sparsi per il mondo. Contro il fronte unito di famiglie disoneste occorre creare politicamente e socialmente un fronte unito di famiglie e gente onestà perchè l’unione fa la forza e solo compattandoci potremo costruire le condizioni socio-economiche per una nuova calabria,dove il mare e le montagne siano davvero metà mondiale per le vacanze ed il turismo, e tutta la ricchezza agroalimentare diventi impulso per la rinascita economica e imprenditoriale che porti lavoro a tutti, tanto da necessitare il rimpatrio di tanti calabresi. Questo è possibile.
    Forza la Calabria onesta e pulita che conta sulla fiducia e sulla speranza, fondando tutto sulla giustizia ed il diritto. Il lavoro nasce dal merito e dall’efficienza non dal clientelismo e dalle raccomandazioni. e chi lavora bene crea altri posti di lavoro.
    Buon lavoro e in bocca al lupo Alessandro

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *