Massima solidarietà a Michele Inserra

 

Adesso è toccato al bravo giornalista del Quotidiano Michele Inserra, prima a tanti altri. E’ il clima pesante che si respira in Calabria che deve preoccupare. Lo ripeto, la solidarietà rischia di diventare routinaria e indurre all’assuefazione.

Serve, subito dopo le elezioni, una grande e forte protesta di popolo, perché in Calabria il diritto alla sicurezza è calpestato quotidianamente. Se il Governo c’è, lo dimostri. I colpevoli di questi gesti ignobili vanno messi in carcere.

Bisogna potenziare le forze dell’ordine con mezzi e risorse. Le parate della politica possono anche starci e gli slogan pure, ma se dopo ci ritroviamo sempre punto e a capo, è evidente che qualcosa non va. Mi spiace soltanto che non si sia ancora capito che il connubio opprimente da spezzate è quello tra criminalità/politicanti e affari.

Questo connubio, mentre fa forte la mafia, rende i cittadini più deboli e fragile la democrazia regionale.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on RedditEmail this to someoneShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *